Cucchiaio e forchetta

La paròla di quésta settimana è:

/cuc-chia-io/ – /for-chet-ta/ 

Quésta settimana voglio giocare un pò con l’etimologia e portarvi in cucina. 

Pértanto ecco che le paròle sono bèn due: cucchiaio e forchétta.

Cucchiaio, l’utènsile da cucina che noi usiamo per la minèstra, deriva dal latino [cochlearium], che a sua volta deriva da [cochlea] che significa chiòcciola. Cucchiaio prènde il nòme da conchiglia perché ha una fórma concava, difatti il cochlearium era un utènsile con quéste sembianze e veniva usato per mangiare le chiocciole o per prèndere mèglio il contenuto delle uòva grazie alla fórma concava. 

Forchétta, invéce, di etimologia incèrta dovrebbe derivare da forcèlla, ovvéro strétta incisióne in una linea di crésta montana. 

Bène, io per oggi concludo qui, ringrazio sèmpre tutte le persóne che mi scrivono o mi séguono sui sòcial. 

Ricòrdo che gli accènti non sono méssi a spropòsito per provocare gli amanti della nostra lingua italiana, ma sono un mio giòco téatrale per avvicinare le persóne ad una corrètta pronuncia e di conseguènza al teatro. 

 

 

Pubblicato in .

Lascia un commento

Shares