Orizzonte

 

La paròla di quésta settimana è

/o-riz-zón-te/

Orizzónte, sostantivo maschile. Dal dizionario Zanichelli è “linea formata dall’insième dei punti dóve, rispètto all’osservatore, il cièlo e la tèrra sembrano congiungersi.”

Jim Morrison diceva: “Non accontentarti dell’orizzónte, cerca l’infinito”. Ed effettivaménte è pròprio così perché l’etimo di orizzónte chiarisce mólto bène la sua frase. 

Orizzónte, vóce dótta dal latino, Horizonte, dal grèco horizontas (orisodass) limite, ovvéro che limita, che confina. Quindi è un cónfine. 

E in effètti la linea dell’orizzónte delimita il cièlo e la tèrra dandomi da sèmpre tutt’altro che il sènso di cónfine. Anzi vi dirò che sé per mé la libertà fósse un diségno sarebbe la linea dell’orizzónte tra cièlo e mare….. ed invéce mi ritrovo un etimo che mi dice pròprio il contrario rispètto alla mia percezióne fisica di libertà. Ma del rèsto, cóme faceva dire Shakespeare al giovane Romèo: “In fóndo, che cos’è un nòme? Quélla che noi chiamiamo una ròsa, con qualsiasi altro nòme, profumerèbbe altrettanto dolceménte.”

Pertanto rimango della mia idèa e continuerò a vedere nell’orizzónte tra cièlo e mare il sènso massimo dell’infinita libertà anche se in fóndo al cuore ora saprò che il suo etimo né è pròprio il contrario. 

Bène, io per òggi ho finito e vi saluto qui. 

Ringrazio sèmpre tutte le persóne che mi scrivono o mi séguono sui sòcial. 

Ricòrdo che gli accènti non sono méssi a spropòsito per provocare gli amanti della nostra lingua italiana, ma sono un mio giòco téatrale per avvicinare le persóne ad una corrètta pronuncia e di conseguènza al teatro. 

Se volete approfondire la rubrica ecco i riferimenti:

formazioneteatrale.com

teatrica.it 

IG: attrice_disordinata 

IN: Laura Pigozzo 

PODCAST: 

Parole a Peso e 

Teatro Libera tutti (Spotify e Itunes) 

Scrivete cosa ne pensate su: attricedisordinata@gmail.com oppure potete trovare la rubrica ogni giovedì sul corriere di Novara 

Pubblicato in .

Lascia un commento

Shares