Principe

Vi sono piaciute le paròle della settimana sórsa?

Mi avete scritto in mólti tra mail e comménti su Instagram. 

Bène, quésta settimana vi vòglio parlare di una paròla che mi tocca personalménte ma che tocca fin da piccóle tutte le bambine a cui vengono raccontate le fiabe. 

Eh si perché oggi parliamo del Principe Azzurro. 

Per prima còsa voglio fare subito una dichiarazione parlando chiaro e pulito a tutte le dònne, ragazze e bambine che sono cresciute con le fiabe e hanno sognato il principe azzurro. Signóre, vorrei dirvi che il Principe azzurro non esiste, sólo per il sémplice fatto che nessun uomo in calzamaglia è ètero! Guardate Roberto Bolle. Io nelle fiabe, mi sarei aspettata alméno un rutto in una camicia róssa di flanèlla a quadréttoni vérdi. 

Ma nonostante ciò la paròla della settimana è Principe. Si, principe ma non cóme quélli nelle fiabe che sono tutti rimbecilliti. Da quéllo che bacia una mòrta (che oltretutto è vilipèndio di cadàvere), a quéllo che balla tutta la séra con una ragazza e alla fine non le chiede né il nóme, né il numero di telefono, tantoméno un profilo Instagram o Facebook. 

Ma nonostante quéste intelligèntissime figure del principe azzurro, siamo cresciute con l’idèa che l’uomo ideàle debba essére il principe azzurro. Ma sapete veraménte còsa significa principe? 

La parola /prin.ci.pe/ deriva dalle due paròle latine /prīmus/ e /capere/ ovvéro primo e prèndere. Insième formano la paròla Principe che significa colui che prènde il primo pósto. 

La colorazióne azzurra del principe inizialménte si pensava derivasse dalle fiabe dei Grimm o Perrault ma sènza nessuna certézza anzi in realtà si pènsa che la nascita del Principe Azzurro derivi invéce dal fidanzaménto tra Vittòrio Emanuèle di Savoia ed Èlena di Montenégro visto che l’azzurro era il colóre dell’antica bandièra dei Savoia. 

Fatto sta è che Principe significa colui che prènde il primo pósto o fórse più romanticaménte si prènde il primo pósto nel nóstro cuòre. E il mio cuòre se l’è preso un Principe di nóme e di fatto. Pertanto cari principi, passata da pòco la giornata mondiale contro la violènza sulle dònne, trattateci sèmpre da principésse e metteteci sèmpre al primo pósto, perchè una dònna rispettata è la miglior formula per aver il suo cuore. La violènza non è solo fisica ma anche una sémplice mancanza di rispètto.

CLICCA QUI SOTTO PER ASCOLTARE L’EPISODIO COMPLETO SU 

Pubblicato in .

Lascia un commento

Shares